­
La partecipazione agli eventi e ai webinar organizzati dall'Istituto consente ai Soci, che hanno sottoscritto la quota di adesione comprensiva del servizio "Eventi", di acquisire i crediti formativi utili per il mantenimento dell'iscrizione ai Registri Professionali del Project Manager (AICQ-SICEV e CEPAS) e sono validi come PDU per il mantenimento delle certificazioni del PMI®.

 

La valutazione di congruità dei progetti ICT del PNRR

Da 01.02.2023 13:00 fino a quando 01.02.2023 14:00
Postato da Redazione ISIPM
Categorie: Webinar
Hits: 1036


Webinar riservato ai Soci ISIPM e ISIPM Professioni

ISCRIZIONI CHIUSE

Il PNRR, come è noto, non ha solo a che fare con le prassi di governo degli investimenti pubblici nazionali ma deve essere coerente con gli approcci a livello europeo, tipicamente più orientati all’efficacia ed efficienza dei processi piuttosto che al rispetto pedissequo di procedure ammnistrative verticalizzate e spesso non integrate tipiche del nostro contesto nazionale. Il vento sta cambiando anche da noi, però, e gli indirizzi forniti dal governo centrale della PA spingono ora nella direzione giusta.

Ogni intervento ICT del PNRR (diretto o strumentale che sia ad altri ambiti) deve essere giudicato congruo in partenza (ex-ante), deve essere gestito in modo flessibile e trasparente (change requests, agile processes) e rendicontato in modo certo e verificabile (ex-post).

Molte iniziative sono inquadrate in modalità “a corpo” dove assume rilevanza strategica la capacità di fare stime iniziali di tempi, effort e costi accurate, altre sono inquadrate in modalità a consumo o a misura di risultato per le quali è fondamentale non solo fare una scommessa iniziale realistica per lo stanziamento dei fondi ma seguire il processo affinchè resti conveniente, adeguato, flessibile ed efficace.

La maggior parte delle iniziative ICT sono iscritte nell’ambito di mega gare pubbliche oppure accordi quadro o convenzioni CONSIP che, nel momento in cui vengono assegnate (e passano le forche caudine degli immancabili ricorsi alla giustizia amministrativa) apparirebbero già congruite. In realtà quello che viene congruito nelle grosse competizioni di mercato sono i prezzi unitari o le produttività. Dove può nascondersi allora il possibile “danno” o valutazione incongrua ? In genere è nella stima delle quantità di giorni persona oppure delle misure di prodotto che sono previste e rendicontate per raggiungere gli obiettivi che di volta in volta vengono identificati in modo più dettagliato di quanto possibile in un accordo quadro. Nel caso del software, le quantità si chiamano function points, oggi nella versione Simple FP, più moderna e agevole da utilizzare. Se sulle quantità non viene esercitato un governo attento (prima, durante e dopo) il rischio che tariffe congrue generino totali incongrui è elevato.
Ma i function point non sono tutto. Esistono altre componenti di costo che devono essere considerate.

Il Project Management fornisce tecniche di pianificazione e controllo la cui adozione diventa un asset strategico improrogabile per garantire equi processi e fluidità di erogazione e fatturazione dei fornitori nelle iniziative ICT del PNRR.

Il webinar illustra un modello ed un approccio per la valorizzazione economica preventiva e consuntiva di interventi ICT esternalizzati dalla Pubblica Amministrazione che sia coerente con il quadro normativo degli appalti di riferimento. Obiettivo principale del modello denominato R3 – VAMOS (VAlorization MOdel for Software) è quello di facilitare e velocizzare il processo di convergenza sulle stime economiche iniziali ed in itinere nonché di verifica dei consuntivi per interventi ICT nell’ambito degli appalti del PNRR (ma non solo). La denominazione R3 deriva dalla considerazione delle tre tipologie principali di requisiti progettuali: Funzionali, Non Funzionali e di Processo produttivo.

Lo strumento della WBS opportunamente standardizzato, normato ed integrato ai diversi modelli di costo utilizzabili, assume una rilevanza significativa per tenere conto di tutte quelle componenti che non sono misurabili con metodiche standard e/o per le quali non esistono data base di produttività internazionalmente o nazionalmente riconosciuti.

La partecipazione al webinar consente di acquisire n. 1 Credito formativo utile per il mantenimento dell'iscrizione ai Registri Professionali (Project Manager Certificati UNI 11648, Project Manager soci ISIPM-Professioni) e è valido come PDU (1 Ways of Working) per il mantenimento delle Certificazioni PMI®.

L'accesso è riservato ai Soci e l’attestato di partecipazione sarà previsto esclusivamente per i Soci che hanno sottoscritto la quota di adesione comprensiva del servizio "Eventi", e sarà disponibile nell'area personale del sito.

Speakers

  • Roberto Meli

    Roberto Meli

    Laureato con lode in Scienze dell’Informazione, è da circa 35 anni consulente e formatore nel campo della ICT e del Management.
    E’ Amministratore Delegato della società DPO, leader nel mercato del software measurement. Scrive articoli per congressi, libri, riviste e workshop internazionali.
    Ha lavorato come formatore nel campo del Project Management per conto delle maggiori Aziende ed Amministrazioni Pubbliche italiane, tra cui ENI, Finmeccanica (Leonardo), Telecom Italia, Telesoft, Poste Italiane, Almaviva, Olivetti, Ericsson, Marconi, INPS, INAIL.
    E' stato responsabile esterno per il progetto OLIPM di sviluppo della metodologia di Project Management per il gruppo Olivetti negli anni '80. Si occupa attivamente di metodologie di Risk Management applicandovi le scoperte delle scienze cognitive per il miglioramento della loro efficacia. Nel corso di 35 anni di lavoro ha accumulato più di 12'000 ore di docenza sul tema del Project Management.

x
Hai qualche dubbio? Contattaci al numero 06 44252060

 

­